Banca dati - Servizio Appalti
Attiva qui l'applicazione
del "Il sole 24 ore"



Casa

 

Il problema "casa"è una delle principali emergenze della vita italiana. Bisogna intervenire sul mercato immobiliare per attivare l'offerta di abitazioni alle famiglie di reddito medio e medio basso anche sostenendo la domanda con contributi a sostegno della spesa.La CISL, e le diverse associazioni ad essa consociate, opera affinché siano garantite la crescita del patrimonio pubblico e lo sviluppo di un mercato intermedio al fine di alleggerire i costi di locazione ed acquisto che gravano sulla vita delle famiglie. Per questo il sindacato si batte tra l'altro per i mutui agevolati e le detrazioni fiscali sugli affitti, e per un serio rilancio della edilizia residenziale pubblica, i cui problemi non si risolvono certo "svendendo" il patrimonio edilizio con l'idea di far quadrare i conti. Per quanto riguarda il taglio dell'Ici sulla prima casa da parte del governo la Cisl ha sempre ribadito la propia contrarietà ad una taglio indiscriminato preferendo una calibratura dell'imposta rispetto alla fasce di reddito, privilegiando le fasce più basse e chiedendo inoltre che nel caso in cui l'immobile sia affittato il taglio dell'imposta sia circoscritto ai soggetti che hanno stipulato canoni concordati
Una politica abitativa equilibrata deve attivare iniziative di recupero e riconversione produttiva, contenere i canoni entro il 25% dei redditi,e sostenere un' imposizione fiscale che eviti il rischio di degrado e l'allontanamento dei ceti più deboli dai centri urbani.